Ipertensione venosa polmonare

In caso di insufficienza cardiaca (per esempio per arteriosclerosi dei vasi coronarici), malattie del miocardio o cardiopatia valvolare il cuore sinistro non è più in grado di pompare una sufficiente quantità di sangue nella circolazione sistemica e questo determina un ristagno di sangue nelle vene polmonari e quindi un aumento della pressione nelle arterie polmonari. In questa situazione viene data naturalmente la priorità al trattamento della malattia cardiaca.

La malattia veno-occlusiva polmonare è un’affezione molto rara in cui le piccole vene polmonari, analogamente a quanto succede per le piccole arterie polmonari nella IAP, si restringono e si occludono portando a un quadro clinico simile a quello della IAP.

Fig. 1 Ipertensione venosa polmonare (insufficienza cardiaca)

tl_files/daten/Patienten/70.jpg