Classificazione funzionale

Allo scopo di usare una lingua unitaria e descrivere con maggiore precisione i gradi di compromissione funzionale è stata adottata la classificazione della Organizzazione Mondiale della Sanità, la cosiddetta classificazione WHO.

Le definizioni delle diverse classi sono le seguenti:

Classe 1: pazienti senza alcun sintomo; l’attività fisica non provoca stanchezza, difficoltà respiratoria, dolore toracico né vertigini.
   
Classe 2: pazienti senza alcuna sintomatologia a riposo, ma con sintomi in caso di attività fisica normale.
   
Classe 3: pazienti senza alcuna sintomatologia a riposo, ma con sintomi già in caso di attività fisica leggera.
   
Classe 4: già la minima attività fisica causa sintomi e i disturbi che possono manifestarsi anche a riposo; nella maggior parte dei casi sono presenti segni di insufficienza cardiaca destra quali edemi e ascite.